F.E 2015 Effetto Terra

FotoLibera organizza per sabato 13 Giugno 2015, con partenza da Merate alle ore 8 (clicca per info sulla partenza) un’uscita fotografica a Reggio Emilia per l’evento “Fotografia Europea 2015 Effetto Terra”. F.E è una delle manifestazioni fotografiche più importanti d’Italia, giunta alla sua ottava edizione ha come Concept di quest’anno “Effetto Terra” un appassionato o solo un curioso che si approccia al mondo della fotografia non può mancare a questo appuntamento, le mostre sono ospitate in ogni dove, da dimore storiche a piccoli negozi, dal centro alla periferia, il tutto è ben strutturato e oramai rodato da anni d’esperienza, il percorso è abbastanza facile anche per chi per la prima volta “sbarca” nella città Emiliana.  Se intendi partecipare  contattaci inviando una mail a info@fotolibera.com oppure inviaci un messaggio a questo link Nel 2006 il Comune di Reggio Emilia dà inizio alla manifestazione internazionale Fotografia Europea. Al centro dell’attenzione è la fotografia come strumento privilegiato per riflettere sulle complessità della contemporaneità. Ogni anno gli autori sono chiamati, così, a confrontarsi su temi diversi: la condizione urbana contemporanea, il corpo, il tempo, lo sguardo e, nella passata edizione, una riflessione sull’identità, sulla storia e sul futuro del nostro paese attraverso la fotografia. Sono molte le produzioni realizzate “ad hoc” per il festival e poi confluite nella pubblica collezione della città. Trattandosi di una riflessione a tutto campo sull’immagine contemporanea, si confrontano sul tema non solo fotografi ma anche intellettuali, artisti, filosofi e scrittori.[hr style=”dotted”] Concept In occasione dell’anno dell’Expo che invita a riflettere sul pianeta, dal territorio al cibo, dalle radici all’energia, alle molte tematiche ad essi connessi, Fotografia Europea si interroga sul loro rapporto con la fotografia non solo rispetto alla sua funzione di rappresentazione e di documento, quanto anche con l’ambizione dell’originalità, del rinnovamento, della peculiarità. D’altro canto i mezzi, i modi, le iconografie sono cambiate enormemente negli ultimi decenni e con essi gli immaginari e le riflessioni. La velocità, la connessione, la “liquidità” fanno sempre più da contrappunto ai ritmi, alle relazioni, alla solidità che la terra comunica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *