Robert Doisneau Mostra

Robert Doisneau

MOSTRA DI ROBERT DOISNEAU

dal 6 marzo al 21 giugno 2020

MOSTRA DI ROBERT DOISNEAU

Robert Doisneau è un fotografo francese noto per il suo approccio poetico alla street photography.

Nasce a Gentilly, un sobborgo di Parigi, nel 1912.

Nelle sue foto dei sobborghi e periferie parigine, fabbriche, negozi, della popolazione parigina a lavoro o in festa, dei bimbi ribelli o solitari, delle celebrità dell’epoca, di tutti i sui personaggi eccentrici, della guerra dalla parte della Resistenza, racconta “un mondo che non ha nulla a che fare con la realtà ma è infinitamente più interessante”. Nelle sue opere Doisneu ritrae i suoi soggetti usando un registro ironico e poetico. Lui stesso descrive la sua fotografia cosi: “quello che io cercavo di mostrare era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere. Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere.”  Riesce così a descrivere lo stile di vita parigino.

LA MOSTRA

Le due figlie: Francine Deroudille e Annette Doisneau,  hanno selezionato da 450 mila negativi le 143 fotografie in mostra. Scrivono le due donne: «Il progetto era contemporaneamente semplice e ambizioso: riassumere in poche immagini un’opera fotografica – quella di nostro padre – che si era formata in oltre 60 anni. È stato nel baule delle stampe vintage che abbiamo fatto la nostra prima selezione, mia sorella Annette e io. La scelta è stata istintiva e rapida, dettata dalla volontà di raccogliere fotografie fondamentali e associarle a scatti meno conosciuti che avrebbero testimoniato il suo fototropismo verso le bellezze della vita quotidiana più ordinaria». 

La mostra è temporaneamente chiusa in conformità alle ultime disposizioni nazionali per contenere la diffusione del coronavirus.

E’ possibile richiedere informazioni sul sito del Palazzo Pallavicini di cui lasciamo sotto il link.

fonti: Palazzo Pallavicini, www.mentelocale.it, www.rollingstone.it

Lascia un commento