La Biennale della Fotografia Femminile

Daro Sulakauri – The Black Gold, Chiatura, Georgia, 2014-2015 (artista partecipante bff), courtesy Biennale della Fotografia Femminile

BIENNALE DELLA FOTOGRAFIA FEMMINILE

Associazione La Papessa Strada Privata Ville I.C.I.P., 8 46100 Mantova




Sito ufficiale:
https://www.bffmantova.com/

------

La BFF ha scelto di proporre alcune delle sue attività attraverso i social media.  Nella pagina ufficiale troverete gli appuntamenti previsti a partire da 18 Aprile.


BFF Goes Alive e BFF Has Time for You sono le nuove attività digitali pensate dalla biennale per continuare a confrontarsi e a esistere con e per il pubblico anche in questo momento di emergenza sanitaria che ha costretto a posticipare l’apertura a data da destinarsi.

All’esordio con la sua prima edizione la Biennale della Fotografia Femminile, avrebbe dovuto inaugurare il 5 marzo, ma a causa dell’emergenza Covid-19 ogni programma ha subito l’inevitabile slittamento.

PERCHE’ E’ STATA CREATA LA BFF

La manifestazione è stata ideata dall’associazione culturale La Papessa, che promuove da sempre la cultura fotografica a partire dalla città di Mantova, dove è nata. La Papessa è il simbolo dell’associazione: una donna di potere spirituale e temporale, colei che trasmette conoscenza. Proprio perché la figura femminile è al centro dell’interesse e del lavoro, il team è composto da donne artiste, fotografe, esperte di comunicazione visiva e, più in generale, di appassionate d’arte e cultura. L’associazione ha quindi promosso la nascita della Biennale della Fotografia Femminile, un evento internazionale che vuole dare spazio e visibilità al lavoro di fotografe professioniste contemporanee. Alessia Locatelli, parte integrante e colonna del team La Papessa, è alla direzione artistica della biennale.

IL TEMA DELLA BFF

Il tema di questa prima edizione è il lavoro che viene affrontato nelle sue molteplici forme e modi di essere. Sebbene la biennale si basi sulla fotografia, l’immagine non è l’unica protagonista e l’unico mezzo di espressione: vengono incluse anche conferenze e letture portfolio portando così alla creazione di un contenitore in cui trovano spazio parole, lavoro e testimonianze di fotografe, curatrici e professioniste del settore.

APPUNTAMENTI ONLINE

Trovandosi ad affrontare l’improvvisa emergenza sanitaria, la Biennale della Fotografia Femminile ha avuto la capacità straordinaria di continuare il suo obiettivo di diffusione e confronto tramite i social. In particolare, è stato ideato BFF Goes Alive, una rassegna di appuntamenti online per il week end; interviste in diretta sulle pagine Facebook e Instagram della biennale.

Insieme a questi interventi, ogni venerdì la presidente Anna Volpi, tramite il canale IGTV, ci accompagna in una visita virtuale, alla scoperta di alcune curiosità dei lavori che saranno esposti alla biennale sempre in stretta relazione con le artiste che raccontano i loro progetti.

BFF Has Time for You, è il titolo di una serie di contest che la biennale sta proponendo alla ricerca sempre di quel confronto, condivisione e vicinanza con il pubblico; proprio perché la biennale “ha tempo per te”. Ogni settimana è stato proposto un tema diverso secondo cui pubblicare foto con l’hashtag #bffhastime: il modo di vivere questo periodo difficile e impegnativo; esprimere se stessi attraverso un ritratto o un autoritratto; creare still life con oggetti particolarmente significativi.

 

 

FONTE: exibart.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *