Addio a Elsa Dorfman

Elsa Dorfman

Ben ritrovati, rieccoci a parlare o meglio a scrivere di Polaroid, ma non in termini di fotocamere ma bensì di fotografi, ci ha lasciato il 30 maggio 2020, a  83 anni, Elsa Dorfman, la notissima  fotografa ritrattista che utilizzava per il suo lavoro una delle rare Polaroid giganti 20×24.

Elsa Dorfman

La Dorfman è nata a Cambridge, Massachusetts, il 26 aprile 1937, Cresciuta a Roxbury e Newton.

La sua famiglia era di origine ebraica. Ha studiato alla Tufts University, dove si è laureata in letteratura francese.

Durante il terzo anno di scuola si è recata in Europa, dove ha lavorato a Bruxelles per l’Expo 58, e ha vissuto a Parigi alloggiando nello stesso stabile per studenti di Susan Sontag

BSIDE_Black_Guardian_V2 Addio a Elsa Dorfman

Gli esordi

Si è laureata nel 1959 e successivamente si è trasferita a New York City, dove è stata assunta come segretaria dalla Grove Press, uno dei principali editori della Beat.

Nel 1963 iniziò a lavorare per la Educational Development Corporation il cui fotografo, George Cope, la introdusse alla fotografia nel giugno 1965.

Due mesi dopo, nell’agosto del 1965, fece la sua prima vendita per 25 dollari di una fotografia di Charles Olson che fu usata sulla copertina del suo libro The Human Universe.

Elsa-Dorfman-1024x536 Addio a Elsa Dorfman

Scrive il New York Times

“E’  stata colpita dal potere della Polaroid di rendere un’immagine a grandezza naturale così rapidamente, che lei e il suo soggetto hanno potuto vederne la somiglianza materializzarsi insieme davanti ai loro occhi”, scrive il New York Times. “La Polaroid ha utilizzato le macchine fotografiche come strumenti di pubbliche relazioni, spesso riservandole a fotografi famosi. Ma la signora Dorfman ha inseguito l’azienda così incessantemente (“le ho assillate e assillate”) che alla fine ha accettato di lasciargliene affittare una per sé”.

Dorfmna Addio a Elsa Dorfman

Fù cosi che per i tre decenni successivi la Dorfman ha potuto utilizzare una delle sei Polaroid tutta per sé, realizzando ritratti alti due metri di ogni tipo di soggetto, naturalmente anche personaggi famosi  tra cui Bob Dylan e Allen Ginsberg, che per ogni ritratto sborsavano una cifra pari circa a 15.000 dollari.

1222_elsa-dorfman01-wide-1000x429-1 Addio a Elsa Dorfman

Photographer Elsa Dorfman with her 20×24 Polaroid camera in her studio. (Jesse Costa/WBUR)

A causa del fallimento, la Polaroid Corporation, ha cessato completamente la produzione delle sue pellicole istantanee, uniche nel loro genere, nel 2008. La Dorfman si affrettò ad acquistarne in completezza la fornitura esistente.

La vita e l’opera di Dorfman sono stati il soggetto del film documentario The B-Side del 2016: Ritratto fotografico di Elsa Dorfman, diretto da Errol Morris.

Dopo un trentennio  di ritratti di alcuni dei volti più conosciuti del mondo, ha deciso di ritirarsi dalla fotografia.

I suoi ritratti sono conservati nelle collezioni del San Francisco Museum of Modern Art, della National Portrait Gallery di Washington, D.C., degli Harvard Art Museums, del Portland Museum of Art  nel Maine e altri.

20411355 Addio a Elsa Dorfman20411355-150x150 Addio a Elsa Dorfman
Sidney Sushman
Harvard Art Museums/Fogg Museum, Gift of the artist
20411380 Addio a Elsa Dorfman20411380-150x150 Addio a Elsa Dorfman
Leslie, John
Harvard Art Museums/Fogg Museum, Gift of the artist
20411384 Addio a Elsa Dorfman20411384-150x150 Addio a Elsa Dorfman
Vanessa Thomas and Chloe
Harvard Art Museums/Fogg Museum, Gift of the artist in memory of Davis Pratt
20411349 Addio a Elsa Dorfman20411349-150x150 Addio a Elsa Dorfman
Stephanie Zilonis. Annette McCollin. Ericka Ribeiro. Lisa Milligan. Tiffany Pan.
Harvard Art Museums/Fogg Museum, Gift of the artist
20411351 Addio a Elsa Dorfman20411351-150x150 Addio a Elsa Dorfman
Getting Ready to Take a Picture of John Szarkowski's History of Photography Class
Harvard Art Museums/Fogg Museum, Transfer from the Carpenter Center for the Visual Arts, Gift of the artist

Lascia un commento