Omaggio a Pina

Omaggio a Pina

Ideazione, coreografia e regia Monica Casadei
Con Michelle Atoe, Teresa Morisano, Alessia Stradiotti, Christian Pellino, Mattia Molini, Danilo Smedile, Riccardo Zaccanelli
Compagnia Artemis Danza

Omaggio a Pina

Nell’opera di Pina Bausch, il corpo incontrava la danza, la musica, il canto e la recitazione, permettendo a questi elementi di dare vita a partiture dall’inconfondibile cifra stilistica. Grazie all’analisi dei sentimenti e delle emozioni umane, ogni creazione si colorava di tinte e atmosfere diverse.

Per il decennale della scomparsa dell’artista (avvenuta nel 2009), Monica Casadei ha dato vita a un omaggio personale a Pina, un dialogo dove il suo segno coreografico incontra la poetica della madre del Tanztheater. Una grande festa, nella quale i danzatori vivono situazioni e dinamiche che celebrano l’umano e le sue sfaccettature.

Biografia

Pina Busch è tra le piĂą importanti e note coreografe mondiali. Il suo nome è legato al termine Tanztheater (teatrodanza) adottato negli anni ’70 da alcuni coreografi tedeschi – tra cui la stessa Bausch – per indicare un preciso progetto artistico che intende differenziarsi dal balletto e dalla danza moderna, che include elementi recitativi, come l’uso del gesto teatrale e della parola, con precise finalitĂ  drammaturgiche.

Inizia la carriera artistica da adolescente, esibendosi in piccoli ruoli di attrice. In seguito si trasferisce a New York, grazie ad una borsa di studio.

Perfeziona la sua tecnica alla e viene scritturata da diverse compagnie. Nel 1962, dopo il rientro in Germania, che la vede impegnata ancora come danzatrice, Pina Bausch inizia nel 1968 a comporre le prime coreografie per il corpo di ballo della sua prima scuola, la Folkwang, che dirigerĂ  dall’anno successivo.

Nel 1973 fonda il Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, cambiando nome al già esistente corpo di ballo di Wuppertal. I suoi spettacoli riscuotono fin da principio un indiscusso successo, accumulando riconoscimenti in tutto il mondo. I primi lavori sono ispirati a capolavori artistici, letterari e teatrali.

50586282526_586723db9d_z Omaggio a Pina

Fotografi della serata Arianna Ciofi, Giada Calamida e Giusy Li Vecchi

Per tutte le info sul festival

Claps: www.claps.lombardia.it

Lascia un commento