logo
High Key - Fotolibera
Mostra, Olginate, Merate, High Key, Soci, Fotolibera
103
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-103,bridge-core-3.0.8,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-29.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.10.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-6
 

High Key

Date
Category
Mostre
Tags
Fotolibera, High Key, Merate, Mostra

“High Key” 45 fotografie High Key

“High Key” Mostra Fotografica di FotoLibera,  già presentata a Gennaio 2017, nel Monastero di Santa Maria La Vite in Olginate” presenta immagini del territorio, realizzate utilizzando la tecnica delle “alte luci”, le fotografie, eteree, evanescenti, stimolano l’osservatore ad immergersi in un paesaggio inconsueto e suggestivo. L’esposizione fa parte del nostro progetto a lungo termine “fotografia a KmZero” finalizzato alla valorizzazione fotografica del territorio.

Il tono chiave della maggior parte delle fotografie si colloca al centro tra i toni scuri o neri e quelli chiari o bianchi. L’effetto visivo di spostare deliberatamente il tono chiave non rende sempicemente l’immagine più chiara o più scura, ma comunica allo spettatore una particolare atmosfera o uno stato d’animo. In questo senso, l’esposizione non è “corretta” rispetto allo standard, perchè si è volutamente deciso di sovraesporre l’immagine. In un’immagine in chiave alta “High Key” solitamente non sono presenti zone veramente nere e tutta la gamma tonale e spostata verso il bianco,è possibile realizzare immagini in chiave alta direttamente in fase di scatto lavorando attentamente sull’esposizione, oppure utilizzando a posteriori software di fotoritocco.

Le immagini di “High Key” Mostra Fotografica di FotoLibera qui esposte hanno uno stile arioso, luminoso e d opalescente, la realizzazione è stata per noi soci di FotoLibera una nuova esperienza, frutto di ricerca tecnica ed uscite sul territorio, non è stato solamente un “aumentare l’esposizione” abbiamo cercato di realizzare immagini dove tutta la scala tonale si ritrovasse nella zona più chiara, essendo immagini in esterno, non ci ha aiutato l’utilizzo della luce artificiale, non abbiamo potuto creare ad hoc set preimpostati, ma abbiamo dovuto scattare in giorni con luce naturale particolare, senza ombre e senza sole pieno insomma un’opportunità per crescere ed offrire ai visitatori il frutto del nostro lavoro e della nostra passione per la fotografia.